MONDO METAL RISULTA UFFICIALMENTE CHIUSO

Le Recensioni di
Mondo Metal


( Recensione di Marcello pubblicata il 21/08/2013 )

"Autumn Bridges"

Gruppo
Petrychor/Frozen Ocean

Titolo
Autumn Bridges

Tracce
Petrychor:
1 - Tomorrow It Will Rain Over Bouville

Frozen Ocean:
2 - To Drown in Hoary Grass
3 - Autumn Bridges

Anno
2013

Etichetta
Wolfsgrimm Records

Genere
Black, Folk, Atmosferic, Blackened Shoegaze

Provenienza
Russia, U.S.A.

Contatti
Petrychor Facebook
Frozen Ocean Official Site

USA/Russia, Petrychor/Frozen Ocean, ovvero le due band presenti in questo mini Split EP rilasciato quest'anno dalla "Wolfsgrimm Records", un CD in jewel case, in edizione limitata di 300 copie. Vediamo subito le tre tracce (la prima di Petrychor e le ultime due di Frozen Ocean) presenti in "Autumn Bridges".

L'inizio atmosferico/acustico di "Tomorrow It Will Rain Over Bouville" ci immerge subito in un contesto malinconico, che assume maggiore forza con l'ingresso delle chitarre elettriche e della galoppante sezione ritmica. La natura black del sound proposto è venata da elementi folkloristici, lo scream messo in campo è lacerante e disperato, il che concorre a ricreare questa atmosfera fortemente evocativa e colma di tristezza. Nei 13 minuti di durata sono comunque diversi i cambi di passo e di umore, spaziando da sezioni atmosferiche improntate su registri comunque cupi, fino a sfuriate ferali alle quali non manca un tocco di oscura e ammaliante melodia. Bel brano.
Molto belli e ricchi di fascino anche i due brani della one-man-band Frozen Ocean: "To Drown in Hoary Grass" è caratterizzato da atmosfere quasi sognanti, molto buono il lavoro alle chitarre, potente, coinvolgente e oscuro. Le linee vocali sussurrate avvolgono come vento autunnale.
"Autumn Bridges" è una strumentale che punta più sulla componente atmosferica, con una predominanza del synth e di elementi di natura elettronica. Non manca comunque un potente riffing a supporto, giusto per dare maggior risalto al pathos.

Split con soli tre pezzi, ma di altissima qualità, capaci di suscitare atmosfere malinconiche e suggestive. Gli amanti dell'atmospheric folk/black metal e del blackened shoegaze/post-rock possono tranquillamente mettere le mani su questo bel lavoro.

Marcello



Tutto il contenuto è di proprietà di Mondo Metal