MONDO METAL RISULTA UFFICIALMENTE CHIUSO

Le Recensioni di
Mondo Metal


( Recensione di Marcello pubblicata il 04/11/2011 )

"Moonshiny Tales"

Gruppo
Desecrate

Titolo
Moonshiny Tales

Tracce
1 - Beyond Hope, No Way Out
2 - Who Are You?
3 - I Will Slaughter You
4 - Total World War
5 - Hymn
6 - Arousing

Anno
1999

Etichetta
Mephisto Rec.

Genere
Melodic Death

Provenienza
Italia

Line-Up
Gabry - Vocals
Francesco - Guitar
Ale - Bass
Paolo - Drums

Contatti
MySpace

I Desecrate sono una band prog death metal ligure, nata nel 1995, che nel 1999 fece uscire il debut album "Moonshiny Tales", per poi sciogliersi nel 2001.
Ma nel 2010 i Desecrate decidono di ricominciare, imponendosi nuovamente nel panorama underground death italiano. In attesa del prossimo imminente album, vi proponiamo la recensione del sopracitato "Moonshiny Tales"!

Durante una introduzione-discorso si sovrappone in fade-in "Beyond Hope, No Way Out", una traccia dall'immediato impatto sonoro robusto, dalle forti sonorità black, con un buon alternarsi tra un growling cavernoso (ma molto comprensibile) e uno screaming al vetriolo. Ci sono diversi cambi di tempo, sostenuti da un buon lavoro alle pelli e alla doppia-cassa. Il basso si ritaglia dei personali spazi, mettendosi piacevolmente in evidenza.
"Who Are You?" è un altro brano killer, dove le chitarre sferrano taglienti rasoiate. Il comparto ritmico dà corpo all'intera struttura, si può pienamente assaporare il feeling che corre tra basso e batteria nel loro lavoro certosino. Molto ben strutturata anche questa seconda traccia, che varia tra un sound massiccio e potente e sonorità più melodiche ed elaborate.
A ribadire quanto affermato prima, ecco basso e batteria, che fanno da base al lacerante screaming del vocalist, nell'attacco a "I Will Slaughter You". Subito dopo subentrano le chitarre con il loro riffing letale, mentre è il potente growling (in doppie voci sfalsate) ad aggredire l'ascoltatore in questo frangente. C'è spazio anche per un bel break acustico e in clean vocals, più numerosi cambi di ritmiche e tempo che ribadiscono le buone capacità compositive dei Desecrate.
Un bell'arpeggio acustico dalle sonorità oscure ed evocative apre "Total World War", seguito da un solo di basso al quale poi si affiancano anche le chitarre distorte, dando così vita a un brano micidiale, potente e infernale. Molto bella l'apertura all'assolo, nonché l'assolo stesso, che si stacca leggermente dalla nera atmosfera creata precedentemente, per poi ripiombarci magistralmente verso il finale. Grande tecnica e altro brano ottimamente strutturato.
"Hymn" è la traccia più lunga di questo full, con oltre 7 minuti. Per fortuna, quando è un gruppo come i Desecrate a cimentarsi in brani di tale durata, si può stare tranquilli che ci sarà solo da goderne! Si tratta infatti di un gran bel brano, che alterna parti cupe e break acustici a sezioni più agili, in cui le chitarre si intrecciano in bei fraseggi, passando per riffing corposi e trascinati. L'abbondante uso di armonizzazioni, e chicche tecniche, fanno di questa traccia un oscuro gioiellino. A dire il vero c'è da segnalare anche il minuto finale, che mi ha lasciato inizialmente spiazzato... geniale...
Si chiude con la strumentale "Arousing", di poco meno di 3 minuti, in cui le capacità compositive ed esecutive dei Desecrate sono in piena evidenza. Bellissimo finale di pianoforte per una traccia che conclude degnamente questo ottimo "Moonshiny Tales".

Che altro aggiungere se non che, pur essendo datato 1999, e avendo quindi più di 10 anni sulle spalle, questo album è una bomba dal potenziale altamente elevato! Curatissimo, elaborato e magistralmente eseguito, non ci resta altro che gustarcerlo in attesa di "XIII, The Death", la cui uscita è prevista per metà novembre. Grandi Desecrate!

Marcello



Tutto il contenuto è di proprietà di Mondo Metal