MONDO METAL RISULTA UFFICIALMENTE CHIUSO

11/10/2013

Mondo Metal intervista la Heay Metal/Hard Rock band Pleonexia

(Intervista di Marcello)



Gruppo
Pleonexia

Provenienza
Italia

Line-Up
Michele Da Pila - Lead Vocals
Federico Fondrini - Guitar
Leonardo Manoiero - Guitar, Backing Vocals
Davide Arneri - Bass, Backing Vocals
Lorenzo Luca - Keyboards
Stefano Clara - Drums, Backing Vocals



































- Salve ragazzi, benvenuti sulle pagine di Mondo Metal.
Parlateci dei Pleonexia. Come e quando è nato questo progetto?


Il progetto nasce circa due anni fa, dall'idea di trasformare il progetto solista Da Pila in una vera e propria band. Per completare una line-up di sei elementi abbiamo dovuto affrontare non poche difficoltà, ma abbiamo avuto la fortuna di avere sin da subito un piccolo gruppo di sostenitori che sta piano piano crescendo.

- Voi definite il vostro genere "Philosophic Metal", volete dirci cosa dobbiamo aspettarci ascoltando brani dei Pleonexia?

Be', quello che facciamo ha l'ambizione di essere qualcosa di più che semplici canzonette. Noi intendiamo filosofia nel senso etimologico del termine, cioè come amore per il sapere, per la conoscenza, e la conoscenza è il presupposto indispensabile della libertà: in questo senso metal e filosofia sono strettamente legati, come aspirazione alla libertà, come voglia di spezzare tutti i vincoli e le catene che impediscono all'uomo di esprimere tutte le sue potenzialità. Per noi il metal non è solo salire sul palco e urlare due rime a caso sui soliti riff per poi godersi birra e signorine. Noi crediamo che l'energia del metal sia la più adatta a esprimere l'aspirazione dell'uomo a superare tutti i suoi limiti.

- Quali sono le tematiche principali dei vostri testi? C'è un argomento, o uno stato d'animo, in particolare da cui traete maggiore ispirazione?

Le tematiche sono diverse, ma di solito sviluppate in più brani, e riguardano ad esempio la spinta a cercare sempre di superare se stessi, come in "Pleonexia" e "Break All Chains", la critica alla religione e all'educazione religiosa dei bambini, come in "Everything You Said" e "Use Your Mind", la critica al conformismo e al "vivere nella testa degli altri", come in "I Don't Care" etc.

- Passiamo all'argomento "live": quanta importanza gli date rispetto allo "studio" e cosa deve aspettarsi da voi chi va a vedervi?

Il live è fondamentale ed è un mondo completamente diverso dal lavoro in studio. Con lo spirito giusto e il pubblico giusto, un concerto diventa davvero un'esperienza eccezionale, sia per chi è sul palco che per chi è sotto. Chi viene a vederci deve aspettarsi sei persone decise a morire on stage.

- Avete recentemente firmato per la "Pure Steel Records", state attualmente lavorando a una prossima uscita discografica?

Sì, i tedeschi hanno deciso di supportare il nostro lavoro. Stiamo ancora definendo dettagli, ma vi terremo aggiornati.

- Cosa ne pensate di internet come mezzo di diffusione della musica e della nascita di comunità, webzines, forum o altro che trattano dell'underground? Voi di quali canali vi servite per farvi conoscere dal pubblico?

Internet è per noi il mezzo principale per arrivare al pubblico. Speriamo che le webzines e comunità che trattano dell'underground contribuiscano alla crescita di un pubblico musicale critico e meno schiavo dell'industria culturale.

- Ringraziandovi del tempo dedicatoci, lascio a voi la chiusura...

Grazie a voi e a tutti i lettori di Mondo Metal! Continuate a seguirci: non ve ne pentirete! Viva il metallo!


Mondo Metal ringrazia i Pleonexia per la disponibilità a rilasciarci questa piacevole intervista.

Potete trovare maggiori informazioni su:

Facebook

Mondo Metal vi saluta dandovi appuntamento alla prossima intervista!



Tutto il contenuto è di proprietà di Mondo Metal